Vogliamo un patentino per arginare le aggressioni da parte di cani pericolosi

Vogliamo un patentino per arginare le aggressioni da parte di cani pericolosi

Ho letto tanti commenti sui social all’ultimo caso di cronaca a Bergamo, dove una bambina verte in gravissime condizioni all’ospedale dopo che un cane l’ha azzannata alla testa, di persone amanti e proprietari di cani che esortano chi non è pratico a lasciar perdere e comprare un pesce rosso: io sono pienamente d’accordo.

Non è accettabile che a pagare per l’irresponsabilità dei padroni dei cani siano spesso i bambini. Se diventerò governatore avvierò un progetto concreto per permettere l’acquisto o l’adozione di cani pericolosi solo attraverso il rilascio preventivo, dopo un corso di formazione, di un patentino dalle Ats locali”.

Oggi mancano direttive precise e tutto è lasciato all’iniziativa degli enti locali e il patentino non è obbligatorio. Credo che sia gli allevatori, sia i padroni di cani coscienziosi apprezzeranno al bontà di questa proposta, che aumenterà la sicurezza di tutti.

Questa norma di buon senso aiuta tutti, anche i cani, che rischiano di essere abbattuti dopo un morso che si poteva prevenire.

Avere un cane è una grande gioia ma non è uno scherzo!