Stamattina ai microfoni di RTL ho parlato di trasporti, EMA, sicurezza e immigrazione a Milano

Stamattina ai microfoni di RTL ho parlato di trasporti, EMA, sicurezza e immigrazione a Milano

Stamattina sono stato invitato ai microfoni di Non stop news, su RTL 102.5.

Ho parlato di tanti temi, dal ricorso per portare Ema a Milano, che apre uno spiraglio per avere l’Agenzia Europea del Farmaco in Italia ma che, come spesso è accaduto con le iniziative degli ultimi governi, è arrivato troppo tardi, al nostro trasporto pubblico locale, caratterizzato da infrastrutture insufficienti e, nel caso della Lombardia, inadeguate per una regione che vorrebbe viaggiare di pari passo con le aree più avanzate d’Europa.

Ho voluto però affrontare anche un altro argomento che mi sta a cuore, e che spesso viene sconsideratamente chiamato in causa anche da Fontana e dalla Lega: quello della sicurezza e del degrado nelle nostre grandi città. Lo sapete qual è l’ultimo paradosso del candidato del centrodestra? Sostenere di voler mandare via 100 mila immigrati quando la sua coalizione ha lavorato attivamente per svuotare il quartiere storico di Città studi a Milano, spostandolo in area Expo, che è il modo migliore per portare il degrado in città: privare questa borgata del suo ruolo storico significa infatti farla diventare un dormitorio per disperati – con tutti i problemi di sicurezza annessi e connessi.

La verità è che con la Lega l’immigrazione rimarrà un fenomeno fuori controllo, così potranno continuare a sfruttarlo per fare campagna elettorale.