Sperimentazione dei mezzi pubblici GRATIS per abbattere l’inquinamento in Lombardia

Sperimentazione dei mezzi pubblici GRATIS per abbattere l’inquinamento in Lombardia

Avvieremo la sperimentazione di mezzi pubblici gratis nelle città lombarde che superano i limiti. La Lombardia non respira e sono necessarie misure drastiche.
I mezzi pubblici gratis non sono un’utopia, in Germania per evitare un’infrazione europea che potrebbe arrivare anche all’Italia e costare oltre 1 miliardo di euro, si discute di testare i biglietti gratis per i mezzi in cinque città. A Parigi i mezzi pubblici sono stati resi gratuiti, contestualmente a restrizioni sulla circolazione dei mezzi privati, nel 2016 in una settimana di picco d’inquinamento. Questo modello è interessante e replicabile. Si potrebbe partire con la sperimentazione in città da allarme rosso come Cremona con 105 giorni oltre il limite di polveri sottili, Pavia con 101, Milano con 97 e Bergamo con 70 giorni di sforamento. L’inquinamento dell’aria è un’emergenza regionale.
Ovviamente le risorse dei Comuni andranno integrate da risorse nazionali e regionali, che ci sono ma vengono spese male, e con politiche di riduzione delle emissioni a tutto campo come interventi di efficientamento energetico degli edifici privati e pubblici, la progressiva dismissione degli impianti di riscaldamento a gasolio e il potenziamento dei mezzi pubblici. Migliaia di lombardi sono costretti a prendere l’auto per la qualità pessima del servizio di trasporto pubblico soprattutto dalle province alle città che noi intendiamo rafforzare e migliorare con investimenti massicci.
In Lombardia due ultimatum sull’inquinamento atmosferico sono già arrivati dall’Europa. A inizio anno la Commissione, ancora una volta, ha esortato l’Italia ad adottare misure contro l’emissione di polveri sottili.
I politici per risolvere il problema dell’inquinamento dell’aria confidano nelle piogge. Per il M5S la salute dei cittadini non può dipendere dalle condizioni del meteo.