Pedemontana, ultimo atto della truffa ai danni dei lombardi

Pedemontana, ultimo atto della truffa ai danni dei lombardi

Oggi abbiamo appreso la notizia della rescissione del contratto di Strabag. Si azzerano così le assurde speranze di Maroni, Fontana e Gori di completare Pedemontana, una speculazione inutile, antistorica e nella quale i lombardi, per colpa di politici incompetenti, hanno già buttato enormi risorse.
Il disastro Pedemontana è l’emblema del fallimento di tutta una classe politica che in Lombardia per decenni ha fatto gli interessi della grande speculazione e delle banche, dimenticando i cittadini e la tutela dell’interesse pubblico.
Centrodestra e centrosinistra, con Gori che ancora oggi promette di completare il progetto, hanno inseguito l’ennesima colata di asfalto che non avrebbe migliorato in nulla la viabilità in Lombardia.
Siamo gli unici che da anni ripetono che questo progetto non ha futuro e ora i fatti ci danno ragione! Oggi ancora di più è ridicolo pensare di portare avanti l’opera. Si metta in sicurezza la Milano Meda, su cui confluisce Pedemontana ora e chiudiamo una volta per tutte questo inglorioso capitolo.

Siamo andati a Mantova a parlare con sindaci, cittadini, imprenditori per parlare di sanità, trasporti e impresa!

Siamo andati a Mantova a parlare con sindaci, cittadini, imprenditori per parlare di sanità, trasporti e impresa!

Siamo tornati a Mantova: qui abbiamo incontrato i sindaci di Pieve di Coriano e di Villa Poma, con cui abbiamo discusso questioni territoriali come quella della risonanza magnetica all’ospedale di Pieve.

Abbiamo visitato scuole, parchi e saggiato la ricchezza culturale ed economica della provincia di Mantova, un’area spesso dimenticata dai palazzi milanesi.

Siamo andati a visitare aziende importanti nel campo dell’innovazione, come la Costa&Zaninelli, che si occupa della produzione di veicoli elettrici per la mobilità urbana, dove l’inquinamento è maggiore ed è più pericoloso.

#Maratona5Stelle super intensa oggi a Mantova. Abbiamo incontranto realtà importanti nel campo della sanità, della cultura e aziende che innovano. Ora torniamo a parlare di mobilità elettrica, una stella che splende nel nostro programma! Seguiteci nella visita alla Costa&Zaninelli, realtà innovativa nella costruzione di veicoli commerciali elettrici!

Pubblicato da Dario Violi su Lunedì 22 gennaio 2018

Per noi quello della mobilità è un tema importantissimo, ancor più quando si parla di territori periferici ma importantissimi per la nostra regione come è il Mantovano:  per questo vogliamo PIÙ TRENI E MENO AUTOSTRADE INUTILI!

Di mobilità e molto altro si è parlato nell’incontro finale con i cittadini a Mantova, insieme ai candidati della provincia in Regione Lombardia.

PIÙ TRENI, MENO AUTOSTRADE INUTILI!Di mobilità e molto altro parliamo nell'incontro finale con i cittadini a Mantova, insieme ai candidati della provincia in Regione Lombardia. Seguiteci e condividete!

Pubblicato da Dario Violi su Lunedì 22 gennaio 2018

 

 

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE

Vogliamo un patentino per arginare le aggressioni da parte di cani pericolosi

Vogliamo un patentino per arginare le aggressioni da parte di cani pericolosi

Ho letto tanti commenti sui social all’ultimo caso di cronaca a Bergamo, dove una bambina verte in gravissime condizioni all’ospedale dopo che un cane l’ha azzannata alla testa, di persone amanti e proprietari di cani che esortano chi non è pratico a lasciar perdere e comprare un pesce rosso: io sono pienamente d’accordo.

Non è accettabile che a pagare per l’irresponsabilità dei padroni dei cani siano spesso i bambini. Se diventerò governatore avvierò un progetto concreto per permettere l’acquisto o l’adozione di cani pericolosi solo attraverso il rilascio preventivo, dopo un corso di formazione, di un patentino dalle Ats locali”.

Oggi mancano direttive precise e tutto è lasciato all’iniziativa degli enti locali e il patentino non è obbligatorio. Credo che sia gli allevatori, sia i padroni di cani coscienziosi apprezzeranno al bontà di questa proposta, che aumenterà la sicurezza di tutti.

Questa norma di buon senso aiuta tutti, anche i cani, che rischiano di essere abbattuti dopo un morso che si poteva prevenire.

Avere un cane è una grande gioia ma non è uno scherzo!

Oggi siamo a Lodi per capire le sue problematiche e le sue necessità

Oggi siamo a Lodi per capire le sue problematiche e le sue necessità

Oggi siamo a Lodi, la patria del Grana Padano, una bellissima città che ha voglia di vivere e lavorare, un territorio che però è stato anche vessato dalle contaminazioni dovute ai fanghi sversati sui terreni coltivati (contro le quali si è battuta la nostra fortissima Iolanda Nanni) che hanno provocato danni all’economia e alla salute dei cittadini lodigiani.

Siamo andati al mercato di Lodi indetto per la festa del Santo Patrono e i cittadini e gli attivisti ci hanno raccontato di una città che ha tanta voglia di fare ma che non riesce a esprimere le sue capacità, un territorio pieno di potenzialità inespresse che non dobbiamo permettere vadano sprecate.

Abbiamo parlato con gli ambulanti del mercato, ascoltando anche le loro esigenze: il Movimento 5 Stelle ha lavorato molto in Consiglio Regionale anche per loro, e porteremo avanti la nostra battaglia anche nella prossima legislatura.

 

Pubblicato da Dario Violi su Venerdì 19 gennaio 2018

Oggi pomeriggio, invece, abbiamo intenzione di andare a trovare un’eccellenza lodigiana: un caseificio del Grana Padano.

Rimanete collegati!

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE

 

 

Fontana è interessato solo alle passerelle con tappeto rosso!

Il centrodestra non ha nulla da dire sui temi del welfare e del sociale? È questa la domanda che sorge spontanea quando scopriamo che Fontana diserterà l’incontro organizzato da Lombardia Sociale il prossimo 31 gennaio, dimostrando di voler partecipare solo alle passerelle elettorali dove gli stendono il tappeto rosso i nominati della politica.
A Fontana interessa di più difendere la razza bianca che le fasce deboli della popolazione. Capiamo la sua difficoltà: sulla tutela di anziani, disabili, minori, famiglia e nuove povertà la sua coalizione in cinque anni ha fatto poco o nulla.
Al contrario sull’abbattimento delle barriere architettoniche, sulla vita indipendente, sugli asili, l’inclusione scolastica dei più deboli e il sostegno agli anziani il programma del Movimento 5 Stelle è immediatamente attuabile.

Porte chiuse per il Movimento 5 Stelle all’Ospedale di Morbegno!

Porte chiuse per il Movimento 5 Stelle all’Ospedale di Morbegno!

Porte chiuse per il Movimento 5 Stelle all’Ospedale di Morbegno. Neanche in Corea del Nord arrivano a tanto.

Per Fontana leghista porte aperte e tappeto rosso al San Matteo, mentre io avevo chiesto di visitare l’ospedale di Morbegno e i suoi reparti, con dieci giorni di anticipo sulla data della maratona elettorale ma la direzione generale con delle scuse mi ha proposto di visitare solo gli uffici.

È scandaloso che un consigliere regionale, candidato alla presidenza della Lombardia sia stato tenuto alla porta.

Il problema è grave e diffuso nella Sanità Lombarda, monopolizzata dai partiti grazie alle nomine politiche. Abbiamo dirigenti che prendono super premi nonostante i buchi di bilancio che lasciano.

I dirigenti della sanità, nella speranza di essere rinominati, si inginocchiano davanti a chi governa la Regione.

Cordoglio per vittime sul lavoro in Lombardia

Cordoglio per vittime sul lavoro in Lombardia

E’ assurdo che in Lombardia si muoia ancora sul lavoro nel 2018. Esprimo profondo cordoglio per la morte di un operaio a Brescia e di quattro a  Milano. Le mie più sentite condoglianze vanno ai familiari e ai colleghi delle vittime. L’escalation di incidenti sul lavoro nella nostra regione ha superato la soglia di allarme.

Le politiche regionali della Lombardia sono ancora molto carenti e più autonomia e maggiori competenze sulla sicurezza, oggi in mano solo allo Stato, possono aiutare a fronteggiare un fenomeno che possiamo sconfiggere.

Gli appelli dei politici su Aler lasciano tempo che trovano, solo noi abbiamo in mente un piano concreto per il risanamento!

Gli appelli dei politici su Aler lasciano tempo che trovano, solo noi abbiamo in mente un piano concreto per il risanamento!

Su Aler gli appelli dei politici alla collaborazione lasciano il tempo che trovano. Sono anni che le Istituzioni collaborano solo per dare poltrone nell’ente agli amici degli amici, e il risultato è che ALER Milano è un cumulo di macerie, un disastro che ha pochi precedenti nella storia della pubblica amministrazione.

Abbiamo le idee chiarissime sul rilancio dell’edilizia pubblica popolare: vogliamo fare un’attenta analisi della consistenza patrimoniale e delle priorità per poter così avviare di un piano straordinario per la manutenzione e la riqualificazione dell’intero patrimonio.

Ogni investimento in edilizia pubblica dovrà corrispondere a un vero incremento nell’offerta di alloggi, anche con interventi di recupero e l’immediata assegnazione dello sfitto.

Abbiamo anche pronto anche un giro di vite per rivoluzionare la governance: Aler così come è gestita non sta in piedi.

Questa legislatura è stata un fallimento!

Questa legislatura è stata un fallimento!

Oggi si è tenuta l’ultima seduta d’aula di questa legislatura, 5 anni fallimentari in cui si sono avvicendati scandali giudiziari, riforme farlocche e forzature.
E, come se non bastasse, la Lombardia ha anche perso 2 miliardi di euro: nel 2013 il bilancio era di 25 miliardi in spesa corrente mentre oggi è solo di 23, e i tagli sono stati a danno dei cittadini visto che hanno penalizzato servizi come la sanità e il trasporto pubblico.
I soldi veri sono finiti altrove: infrastrutture inutili, iniziative da campagna elettorale, sponsorizzazioni ambigue a grandi eventi, passerella per politici, e non ultimo sprechi.
I reali bisogni dei lombardi – lavoro, taglio delle tasse, trasporto pubblico locale – sono stata l’ultima preoccupazione della Lega e di Forza Italia.
La Lombardia è ancora eccellente SOLO grazie ai lombardi e non certo per merito dei politici, che hanno governato con il freno a mano tirato.
I problemi strutturali della nostra regione restano: la debolezza degli investimenti sul medio-lungo termine, le piccole e medie imprese abbandonate a se stesse, il disinteresse generale nei confronti di un territorio che è più di una regione e che esprime bisogni diversi.
Noi abbiamo una visione, abbiamo un programma, abbiamo la determinazione per far ripartire la Lombardia, trasformandola in una Regione a 5 Stelle.

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE

Mentre Fontana e Gori guardano al passato, noi vogliamo una Lombardia a 5 Stelle!

Mentre Fontana e Gori guardano al passato, noi vogliamo una Lombardia a 5 Stelle!


Mentre giriamo i territori per puntare un riflettore su realtà che, per vari motivi, necessitano secondo noi di essere attenzionate, i nostri competitor parlano da un lato di “razza bianca” e dall’altro lato di Dell’Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa.

 

FONTANA E GORI.. Considerazioni dall’auto elettrica che ci sta portando su tutti i territori nella nostra #Maratona5Stelle.

Collegatevi e condividete!

Pubblicato da Dario Violi su Lunedì 15 gennaio 2018

Noi vogliamo guardare al buono, al bello e all’eccellente della Lombardia, vogliamo valorizzare queste caratteristiche delle nostra regione e siamo gli unici a poterlo fare perchè abbiamo un programma completo, scritto con i cittadini e pieno di idee concrete per realizzare questo progetto, mentre gli altri guardano a definizioni che dovrebbero trovarsi solo nei libri di storia o a politici che hanno fatto il male del nostro Paese.

Noi vogliamo una Lombardia a 5 Stelle!

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE