GORI LASCIA IL PIRELLONE? BERGAMO E I LOMBARDI MERITANO PIÙ RISPETTO!

GORI LASCIA IL PIRELLONE? BERGAMO E I LOMBARDI MERITANO PIÙ RISPETTO!

Finalmente oggi vediamo la fine del tormentone “Gori sindaco o Gori presidente?”.
Da sindaco ha tradito i bergamaschi candidandosi in regione, mentre ora che è consigliere regionale se ne va fregandosene di tutti i lombardi che lo hanno votato. 
La rappresentanza politica è una cosa seria e il Movimento 5 Stelle ha una regola precisa per questo: chi già sta svolgendo un mandato non può candidarsi per fare altro.
Invece l’opportunista Gori ha fatto carta straccia dei voti ricevuti, ha sedotto e abbandonato Bergamo e, dopo aver perso le elezioni ed essere stato messo in minoranza dal PD, se ne torna come se nulla fosse alla poltrona di sindaco.
Peccato per Bergamo e per i lombardi, che meritano molto ma molto più rispetto!
E’ trascorsa un’altra entusiasmante settimana in cui ho attraversato i territori lombardi per ascoltare i cittadini e parlare con loro del nostro programma

E’ trascorsa un’altra entusiasmante settimana in cui ho attraversato i territori lombardi per ascoltare i cittadini e parlare con loro del nostro programma


Il tempo fugge e il 4 marzo è sempre più vicino: per questo la nostra maratona si sta facendo più intensa, più frenetica, senza mai perdere di vista l’obiettivo però, è cioè il governo della nostra Regione, e i nostri valori, che hanno guidato questi 2 mesi di campagna sui territori e che illumineranno il governo a 5 Stelle della Lombardia.

Fra i temi che ci stanno più a cuore c’è anche quello del lavoro e del rilancio economico della nostra regione: per questo lo scorso weekend siamo stati al BIT, la Fiera Internazionale del Turismo.

Ho parlato con tanti operatori che fanno correre questo settore e ho scoperto che quello che manca è l’apporto dell’istituzione regionale. Ci sono realtà famose e valorizzate, è vero, ma quanti luoghi splendidi in Lombardia hanno enormi potenzialità e sono invece abbandonati?
Con il M5S al governo di Regione Lombardia il turismo non sarà più considerato un settore di serie B ma, con il suo indotto, diventerà lo strumento in grado di arginare lo spopolamento delle aree meno conosciute della regione che hanno un grandissimo potenziale. La Lombardia ha la responsabilità di sostenere l’aggregazione e la promozione dei territori, in particolare quelli periferici, e io che vengo da un’area montana ho sentito costantemente questa mancanza.
Punteremo su innovazione e digitalizzazione, non solo delle imprese turistiche, ma di tutto il sistema dei servizi connessi. Aumenteremo la formazione e la qualificazione professionale degli operatori. Faremo in modo che tutti i nostri luoghi diventino appetibili per il terziario avanzato, aumentando di conseguenza la quantità e la qualità dei servizi per l’utente finale. Metteremo le realtà più piccole in condizione di elevare la qualità della propria offerta turistica e di reggere la competizione anche sul mercato internazionale, e daremo incentivi e agevolazioni a chi vorrà aprire nuove strutture turistiche “eco-sostenibili”.

 

Ancora in diretta dal Bit – La Fiera Internazionale del Turismo. La nostra cultura e le nostre bellezze naturali sono un patrimonio inestimabile e devono essere un traino per la nostra economia!

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su domenica 11 febbraio 2018

Ci sta anche molto a cuore la salute dei cittadini, che non passa solo da una corretta gestione del sistema sanitario e da un ambiente salubre, ma anche dalla qualità della vita che conducono: per questo abbiamo visitato gli alloggi Aler di Rozzano, dove anni e anni di lavori non sono serviti a sistemare buchi nei muri e tubi di scarico penzolanti dalle finestre…e questa è solo la superficie.

Aler è il frutto di una speculazione sulla pelle dei più deboli che ha trasformato l’ente in un poltronificio che ha sprecato milioni di euro e ha causato il degrado in cui versano la maggior parte dei quartieri. I partiti, responsabili del mostruoso buco in bilancio di Aler, stiano lontani dall’ente, vista l’entità dei danni che hanno già fatto.  Ci penserà il Movimento 5 Stelle a riportare sicurezza, investimenti e una qualità della vita decente per tutte le persone che sono costrette a vivere nelle case popolari! Non vogliamo guardare in faccia a nessuno.

 

 

In diretta dal quartiere Aler di Rozzano.

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su domenica 11 febbraio 2018

Ma sono molte le realtà che abbiamo visitato questa settimana: l’università di Crema, per cui si prospetta lo stesso destino di Città Studi a Milano, quello del trasferimento sull’area ex Expo, siamo passati da Palazzo Gonzaga nel Mantovano, un’altra perla del nostro meraviglioso patrimonio storico-artistico, dal Pio Albergo Trivulzio di Milano, famoso per Tangentopoli ma anche un’istituzione per quanto riguarda la cura degli anziani, abbiamo incontrato le imprese, le associazioni, i lavoratori, gli attivisti e i cittadini.
Abbiamo presentato i nostri candidati, abbiamo potuto constatare l’entusiasmo e l’energia che caratterizza ognuno di loro e tutti quelli che ci seguono!

 

Guarda la diretta dal Teatro Friggia: presentiamo la lista regionale per Milano e provincia! 🏃⭐

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su domenica 11 febbraio 2018

Con tutti abbiamo parlato delle nostre idee per una Lombardia a 5 Stelle, che è più di una Regione, e che può esprimere appieno tutte le sue qualità solo con un governo onesto e pulito, guidato da chi ha le mani libere per tornare a far crescere i nostri territori…un governo a 5 Stelle.
Viva la Lombardia!

 

In diretta dall’Università di Crema, per cui si prospetta lo stesso destino di Citta Studi, quello del trasferimento sull’area ex Expo. Questo è il modo migliore per isolare e abbandonare un territorio.

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su lunedì 12 febbraio 2018

 

Oggi la #Maratona5Stelle🏃 fa tappa nell’alto mantovano. Ora visitiamo Palazzo Gonzaga a Volta Mantovana. Abbiamo un patrimonio culturale immenso. Collegatevi e condividete!

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su martedì 13 febbraio 2018

 

In diretta dalla Cantina sociale Colli Morenici a Monzambano incontriamo viticoltori e apicoltori del territorio.

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su martedì 13 febbraio 2018

 

Ora parliamo di lavoro e impresa nell’incontro con Confartigianato. Condividete con tutti la nostra visione.

#Maratona5Stelle #Mantova 🏃⭐

Pubblicato da Dario Violi – Presidente M5S in Lombardia su martedì 13 febbraio 2018

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE

Via la burocrazia, con noi “Lombardia facile” per imprenditori e imprese che danno lavoro

Via la burocrazia, con noi “Lombardia facile” per imprenditori e imprese che danno lavoro

 

In diretta da Milano la conferenza stampa con Luigi Di Maio per la presentazione del progetto di semplificazione per il Paese e per la Lombardia: LEGGI DA ABOLIRE.

Pubblicato da Dario Violi su Mercoledì 10 gennaio 2018

“Lombardia Facile” è questo l’obiettivo degli interventi prioritari per la cancellazione della burocrazia e la semplificazione amministrativa che ho presentato in un incontro che si è tenuto questa mattina con gli imprenditori a Palazzo delle Stelline a Milano.

Abbiamo le idee chiarissime sulla semplificazione con il nostro progetto Lombardia Facile: limitare gli adempimenti a quelli strettamente necessari e una digitalizzazione degna di questo nome. In Lombardia le aziende perdono giornate intere di lavoro in adempimenti per la Regione. Ce lo dicono le imprese e i professionisti costretti a mandare alla regione lo stesso documento tre, quattro volte in diversi sistemi informatici su cartelle differenti. O Lombardia informatica, che ha 400 dipendenti e esternalizza l’80% delle sue attività, comincia a occuparsi seriamente di digitalizzazione e semplificazione oppure la chiudiamo. Non esiste che faccia solo da stazione appaltante creando software diversi per chiedere alle aziende lo stesso adempimento.

Interverremo anche sui bandi, che sono inutilmente complessi e costringono le imprese a pagare fior di quattrini ai consulenti o sono costruiti a tavolino per ostacolare l’accesso ai concorsi a questa o quella attività.

Tra le nostre proposte anche la razionalizzazione dei controlli. Troppo spesso piccole e medie imprese hanno controlli da più enti che chiedono le stesse carte e durano intere giornate. Creeremo una company box per le imprese lombarde, un unico luogo digitale dove caricare i documenti che servono alle istituzioni. Le imprese risparmieranno tempo e i controlli da remoto consentiranno un risparmio anche all’ente regionale.

La Lombardia deve finirla con complicare la vita degli imprenditori.

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE

Da Mantova, uno splendido territorio dimenticato!

Da Mantova, uno splendido territorio dimenticato!

Oggi siamo nel mantovano, dove i temi principali sono quelli legati all’agricoltura, vocazione principale di queste splendide terre. Qui il problema, come testimoniato dai lavoratori delle varie aziende agricole che abbiamo incontrato, è la lontananza dai palazzi delle istituzioni e il senso di abbandono che ne consegue. Chi ci governa lo fa senza conoscere le peculiarità dei territori: è inaccettabile che in questa zona, caratterizzata da grandi allevamenti e pianeggianti colture a cereali, e nei terrazzamenti ai piedi delle montagne valtellinesi si adotti lo stesso Piano di Sviluppo Rurale.

La nostra Regione è stata miope per troppo tempo, lo dimostrano i provvedimenti che ha adottato, che cercano di uniformare le pratiche in una terra che uniforme non è, e che anzi è caratterizzata da grandi diversità fisiche e socio-economiche. Le politiche regionali avrebbero dovuto tenere conto di queste differenze, invece le priorità della nostra regione sono state ignorate. 

La voglia di cambiare è tanta, lo dimostra la grande partecipazione dei cittadini ai nostri incontri, una maratona fra i territori lombardi in cui  raccogliamo le istanze locali e illustriamo i punti del nostro programma, scritto con i cittadini e per i cittadini.

E’ arrivato il momento di cambiare, di dare risposte concrete e una programmazione strutturale a tutti i territori della Lombardia!

Strade lombarde in condizioni pessime.

Strade lombarde in condizioni pessime.

Non ci crederete ma, mentre ero sul Ponte della Becca per portarvi la testimonianza delle pessime condizioni in cui versa (guardate ultimo video sulla pagina), due ragazze hanno bucato a causa delle voragini presenti sull’asfalto. Io e il mio staff gli abbiamo dato una mano, come avrebbero fatto tutti penso. Quello che mi sta a cuore ricordare però (lo avevo detto pochi minuti prima nel video) è che Regione Lombardia deve puntare alla manutenzione e alla riqualificazione della strade esistenti e smetterla di investire centinaia di milioni su grandi infrastrutture inutili, che poi rimangono vuote. Dobbiamo cambiare visione, andare incontro ai reali bisogni della popolazione e puntare su piccole opere utili. Vale per i ponti del pavese, per quello di Casalmaggiore a Cremona e così via. Anche perchè il disinteresse verso queste infrastrutture lo pagano i cittadini di tasca propria, chiedere a queste due ragazze: giornata rovinata e soldi per sistemare il cerchio dell’auto.

SOSTIENI LA CAMPAGNA DEL M5S IN LOMBARDIA CON UNA DONAZIONE